130 anni, l’Hotel Bonadies è la storia di Ravello

Il 23 ottobre 2010, presso la sala del ristorante “Bella Vista sul Mare”, l’Hotel Bonadies festeggerà i suoi 130 anni. Aperto nel lontano 1880 dal signor Andrea Bonadies come Locanda “Bella Vista sul Mare”, oggi l’albergo è una delle strutture più belle e rinomate dell’intera Costiera Amalfitana, oltre ad essere una delle più antiche.

Fondatore della struttura ricettiva fu Andrea Bonadies, cognome dal quale deriva il nome, il quale, dopo aver aperto e avviato la prima locanda di Ravello lasciò negli anni ’30 il testimone alla figlia Adele Bonadies. Dagli anni ’70 il testimone è passato ad Andrea Carrano Bonadies, nipote di Andrea Bonadies e primo figlio maschio di Adele.

Andrea Carrano Bonadies, oggi 75 enne, è ancora il timoniere dell’azienda a conduzione familiare con quindi ben 40 anni di attività. Dopo un decennio trascorso tra l’Inghilterra e l’Italia Centrale, Andrea Carrano ebbe il “costruire” e raggiungere il suo sogno. Un sogno ricorrente. Erano gli anni 60’ e Andrea viveva in Inghilterra con la moglie, la signora Slavina Gregori, spesso sognava di trovare un tesoro nella sua casa a Ravello, la casa di cui sentiva molto la mancanza.

Il Tesoro, che come racconta spesso il “cavaliere”, lo trovò dove ora è la cucina del ristorante “Bella vista sul mare” dell‘Hotel Bonadies. Il tesoro è l’albergo, l’intera azienda che porta avanti, ma per conquistarlo ci sono voluti molti anni. Più della metà di una vita intera, perché la struttura, che oggi conta 40 camere, un ristorante vista mare da 200 posti, una sala convegni, una piscina e tre terrazze, era diventata una proprietà suddivisa tra diverse famiglie e doveva essere ricostruita. Tornato dall’esperienza lavorativa all’estero, Andrea, aiutato e spronato dalla moglie, ha avuto il coraggio e la forza per credere e raggiungere il “Sogno”, trasformando una semplice locanda in una pensione ed infine in un hotel 4 stelle, conosciuto in tutto il mondo.

L’Hotel Bonadies, è sempre stata la meta di personalità a Ravello, a partire già dal 1880, quando fu ospite di Andrea Bonadies il pittore impressionista danese Peder Severin Kroyer, il quale trascorse alla Locanda di Ravello diversi mesi di vacanza. Con il passare degli anni la locanda ha accolto e ospitato tanti altri artisti stranieri che, seguendo le rotte del Grand Tour, arrivavano in Costiera Amalfitana per rilassarsi ed ammirare questi luoghi incantevoli. Con i concerti Wagneriani, l’Hotel Bonadies diventa meta anche di moltissimi direttori d’orchestra.

Alla fine degli anni ’80, l’Hotel Bonadies diventa anche il set cinematografico per il film di Nino D’Angelo “Fatalità”, girato a Ravello, il film al quale partecipa anche il cav. Carrano. Negli anni ’90 il Bonadies, ha come ospite la first lady degli Stati Uniti d’America, Hillary Clinton che viene accolta dal cav. Andrea Carrano nella splendida cornice di villa Rufolo con un buffet. Nello stesso anno sempre a villa Rufolo il Bonadies offre un accoglienza privilegiata al Presidente della Repubblica Italiana Oscar Luigi Scalfaro.

Negli anni il Bonadies è stata meta di giornalisti tra i quali spiccano i nomi di Ruggero Orlando e Giulio Borrelli, entrambi corrispondenti dell’Italia negli Stati Uniti d’America. Nel 2002, al Bonadies arriva Marty Markowitz (Brooklyn Borough President) che, per ringraziare il cav. Andrea Carrano per l’ospitalità offertagli, lo invita di persona nella sua sede per consegnargli la “Citation from the Office of the President – Boroughs Of Brooklyn”. Attestato che il cav. Carrano riceve, per ben due volte grazie anche ai contributi offerti alle iniziative promosse da Markowitz per Brooklyn.

Dal 2003 il cav. Carrano è di casa negli Stati Uniti, invitato annualmente per il Columbus Day, sia dal presidente Markowitz in persona che dalla comunità italiana a New York. Questo gli consente di diventare socio onorario sia della “Brooklyn Restaurant Association” che della “Associazione ristoratori di New York”. Da circa 10 anni, il Bonadies è anche meta del ministro on. Renato Brunetta che prima di acquistare una casa a Ravello, amava rilassarsi nei periodi di ferie proprio nella “dimora” della famiglia Bonadies.

  • Share on Facebook
  • Post to Google Buzz
  • Bookmark this on Yahoo Bookmark
  • Share on StumbleUpon
  • Share on FriendFeed
  • Bookmark this on Digg
  • Share on reddit
  • Share on LinkedIn
  • Bookmark this on Delicious

WP SlimStat